L'ultima regina di Avalon by Kate Jenkins

Lei è la regina di Avalon. Lui è il cavaliere più puro che la leggenda ricordi. Eppure, l’amore li travolgerà come una tempesta.

L'ultima regina di avalon

Morgaine la Fata, Galahad il puro… I bardi e i cantastorie hanno inventato molte leggende, su di noi, celebrando la magia, la fedeltà, gl'intrighi e il coraggio... ma nessuno ha mai saputo di un uomo e di una donna che si sono amati, perduti e che, nella morte, si sono ritrovati...

Genre: FICTION / Fairy Tales, Folk Tales, Legends & Mythology

Secondary Genre: FICTION / Fantasy / Historical

Language: Italian

Keywords: Morgana, Galad, Re Artù, Ginevra, Graal , Avalon

Word Count: 11517

Sales info:

Il racconto ha vinto il secondo posto al Premio Silmarillion 2005. L'ho pubblicato sotto pseudonimo nell'agosto 2017 e in media vende dalle 20 alle 30 copie al mese, in ebook, e ha alcune vendite costanti anche in cartaceo. Da quando l'ho vincolato da Amazon con il KU, ha anche qualche centinaio di pagine lette mensili. In generale, ho notato che il pubblico preferisce l'acquisto diretto delle copie.


Sample text:

A quelle parole, la spola del telaio mi cadde sul pavimento, e sbarrai gli occhi.

«In guerra? No, Galahad. No.»

Non doveva partire. Quella notte, mentre ero sospesa in preghiera, fra gli aromi votivi aspersi nel Cerchio di Pietre, avevo respirato il marciume soffocante della morte come se vagassi su una piana disseminata di cadaveri. Non capivo cosa significasse quel segno, ma troppe volte un’ombra fumosa aveva sfiorato la fronte di Galahad, nelle mie visioni. Molti cavalieri lasceranno questa vita, nell’anno che verrà. Anche Galahad è stato prescelto dai custodi degli Inferi per ritornare a essere cenere e spirito?

Mi alzai, risoluta.

«No» ribadii. «Rimani.»

Mi guardò, confuso e disperato. «Ma devo partire. Sono un cavaliere del re, e non posso...»

«Sì, puoi.»

Sciolsi i lacci della veste sacerdotale, che ricadde a terra come il bozzolo di una crisalide, e scossi i capelli, liberandoli dal drappo che li avvolgeva. Una nuvola di seta nera ondeggiò in tiepide carezze su tutto il mio corpo. Galahad ansimò, incredulo.

«Vieni.»

Gli tesi le mani, smaniosa, e mi accorsi d’aver bramato quel momento con impazienza. Lui chiuse gli occhi e il mio nome tremò, sulle sue labbra.

«Oh, Morgaine… sì… sì…»

L’accolsi nel mio letto e quando scese la notte, l’addormentai con carezze di sonno. Sarei rimasta a contemplarlo fino all’alba, persa in una gioia che non avevo mai conosciuto prima d’allora ma, ribellandomi al desiderio, scivolai via dal suo abbraccio e mi alzai.


Book translation status:

The book is available for translation into any language except those listed below:

LanguageStatus
Spanish
Already translated. Translated by Marcela Gutiérrez Bravo

Would you like to translate this book? Make an offer to the Rights Holder!



  Return