"Metafisica" A. Aristotele critica la teoria platonica delle idee by Stefano Ulliana

Aristotele critica la teoria delle idee del proprio maestro Platone

"metafisica" a. aristotele critica la teoria platonica delle idee

Nel primo libro della "Metafisica" (A) Aristotele traccia una prima storia evolutiva della filosofia. In particolare oggetto della sua critica è la teoria delle idee, proposta dal proprio maestro, Platone. Qui vengono presentati tutti gli argomenti sviluppati dallo Stagirita, contro Platone e contro gli Accademici suoi successori.

Genre: PHILOSOPHY / Essays

Secondary Genre: PHILOSOPHY / Metaphysics

Language: Italian

Keywords: Aristotele, Platone teoria delle idee

Word Count: 6700

Sales info:

The book is sold also on Amazon.


Sample text:

METAFISICA, A

LA CRITICA DI ARISTOTELE

ALLA TEORIA PLATONICA DELLE IDEE

Breve introduzione

Per uscire dall’ombra protettiva rappresentata dal proprio maestro Platone, Aristotele prende in considerazione la teoria delle idee e la sottopone al proprio taglio intellettuale, selettivo e critico, attraverso il quale cerca prima di depotenziare la separazione platonica (intellegibile-sensibile) e poi di riorientarne la carica formale secondo finalità considerate come naturali, esiti di un processo per il quale gli esseri in generale passano dallo stadio della potenza a quello – sperimentato e convergente, concretamente e non astrattamente inevitabile – dell’atto. Mentre così la potenza rimane aperta ad una molteplicità irriducibile, l’atto deve chiudersi – superando la tendenza dell’immaginazione alla moltiplicazione infinita – su di una necessità che risulta acquisita conoscitivamente grazie all’applicazione dell’intero armamentario logico (giudizio e deduzione). Una necessità che deve dunque avocare per se stessa la validità prima degli stessi principi logici (identità e non-contraddizione), a pena della caduta scettica. L’identità e la connessa identificazione tramite l’applicazione categoriale costituiscono in tal modo realmente la sostanza e la sua visibilità e comprensibilità intellettuale (l’essere determinato e per sé, o singola distinzione).

In accompagnamento e completamento di questa struttura ontologica solo l’atto giustifica l’esser causa di movimento e di trasformazione dei singoli esseri in generale, non l’idea, che – separata od immanente che sia – non potrebbe avere alcun valore finalmente e realmente produttivo, essendo impossibilitata a scindersi e a manifestarsi distinta.


Book translation status:

The book is available for translation into any language except those listed below:

LanguageStatus
English
Translation in progress. Translated by Claison Neves
Spanish
Already translated. Translated by Gianna Agostinelli
Author review:
Ottima la capacità di rendere analiticamente e con precisione un testo filosofico piuttosto complicato, rimanendo nei tempi stabiliti.

Would you like to translate this book? Make an offer to the Rights Holder!



  Return