Master Jack by Alexandra Steel

Quando l'amore non si può dominare

Master jack

Jack Kendall è un Master ed è alla ricerca di una donna speciale, una sottomessa per eccellenza. Quando ad una casa d'aste incontra Vera Cornwell capisce immediatamente che la ragazza, all'apparenza forte e determinata, in realtà cela un desiderio recondito, quello di essere dominata. Ha così inizio la sfida, il loro incontro scatenerà delle affinità così vicine ed emozionanti da indurre Vera ad accettare di essere educata secondo le regole che Jack le elencherà. Ma la loro intesa sara così forte, così speciale, che travolgerà entrambi catapultando completamente i loro mondi, così vicini e così lontani da un semplice rapporto di coppia. Eppure l'amore è l'unica catena che non si può spezzare, l'unico cardine che saprà dominare entrambi senza alcun limite. E allora dove sarà il padrone? E dove sarà la schiava? 
(Lettura consigliata ad un pubblico adulto)

Genre: FICTION / Erotica / General

Secondary Genre: FICTION / Romance / Erotica

Language: Italian

Keywords:

Word Count: 35.890

Sales info:

2500 copie vendute, numerose recensioni ottenute sugli store di Amazon, Google Play e Kobo.

Una spledida storia d'amore che non finisce mai di stupire.


Sample text:

Si dice che la vita riservi sfumature inattese, sconcertanti, a volte inaccettabili. E’ una nostra scelta coglierle, farle nostre, accettarle per quelle che sono, mostrando un coraggio che spesso non ci appartiene.

Io, insolita creatura che ha paura di se stessa al punto di nascondere ogni turbamento che avverte nel proprio corpo quando l’immaginazione sovrasta la realtà, le ho accettate. Quell’etereo personaggio che nasceva nella mia fantasia, quando ero bambina, mi ha sempre accompagnato negli anni a venire. E nelle mie ‘scene immaginarie’ vissute in solitudine nella mia vecchia stanza, quando ancora adolescente mi preoccupavo di piacere a qualcuno, lui si materializzava e a ogni ordine che mi dava, io ubbidivo, aspettando sempre quell’onda che dal basso ventre cresceva, cresceva, fino a farmi provare la gioia, il piacere tanto atteso. Poi, affannata, nascondevo ogni oggetto, ogni feticcio usato, perché alla fine mi vergognavo così tanto da restarne schiacciata. Le corde, il bavaglio e le cinture, erano le prove della mia devianza, della mia diversità, del mio imbarazzo. Finita la ‘scena’ tornavo ad essere quella semplice e sensibile ragazzina, così affabile, educata, riservata, che incassava lodi per la scuola, complimenti per l’intelligenza spiccata, e tanto affetto dai propri genitori. E allora cosa c’era che non andava? Perché avevo necessità di fare quelle cose, di preparare quelle scene? Forse era il piacere che mi chiamava, o forse era il bisogno di sentirmi cattiva, di trasgredire alle tante regole imposte, e quindi di cercare a tutti i costi una punizione.

Adesso l’ho capito, e voglio raccontarvelo, mi chiamo Vera Cornwell e questa è la mia storia.

 

 


Book translation status:

The book is available for translation into any language except those listed below:

LanguageStatus
Spanish
Already translated. Translated by Patricia García González
Author review:
Puntuale, precisa e meticolosa. Una vera professionista.

Would you like to translate this book? Make an offer to the Rights Holder!



  Return